Quercus robur, Q. peduncolata

LA   FARNIA  (Quercus  robur,  Quercus  peduncolata) Fam. Fagacee

Farnia2    E’ un grande albero, maestoso, molto diffuso nel Parco della  Mandria, collegato al castello e alla Reggia della Venaria Reale. Alto fino a 50 m, è molto longevo: in media vive  400 – 500 anni . Ha una chioma  ampia   e i rami sono distribuiti  in modo irregolare.

Il tronco è ricoperto da una corteccia screpolata secondo linee casuali.

Le foglie sono caduche, cioè cadono nel periodo autunnale e invernale e si rigenerano in quello primaverile;  hanno forma  ovata e allungata, allargate nella parte distale con il margine inciso da  5 – 7  paia di lobi arrotondati .

fru-farniaLe ghiande sono riunite in gruppi di 2 o 3 su un lungo peduncolo. La cupola che le ricopre parzialmente è formata da squame disposte come le tegole di un tetto.

La forma delle ghiande è allungata e appuntita.

Spesso sui piccoli rami o sulle foglie si notano le galle, che sono delle sferette prodotte dalla reazione della pianta alla puntura di un insetto.

E’ una delle querce più diffuse in tutta Europa: può infatti vegetare nelle condizioni climatiche più disparate. In Italia si trova sia nelle zone collinari mediterranee che nella pianura Padana e nella zona prealpina .

Il legno è uno dei più ricercati per le costruzioni edili (i listelli di quercia, soprattutto di rovere, sono utilizzati per i palchetti) e navali nonché per la costruzione di mobili. Viene anche utilizzato per fabbricare botti per l’invecchiamento di vini pregiati.

Le ghiande, per secoli e fino a qualche decennio fa, sono state il nutrimento principale per i maiali. Oggi nei boschi sono la principale fonte di cibo invernale per i numerosi cinghiali. Le querce,  fin  dall’antichità,  sono  state   oggetto  di culto   da parte di molti popoli.

  1. Nessun commento ancora...
  1. Nessun trackback ancora...
Codice di sicurezza: