Ginkgo biloba

GINKGO   BILOBA   (Ginkgo  biloba) Fam.   Ginkgoacee

Gingko-b     Quest’albero è l’unica specie vivente di un numeroso gruppo di piante gimnosperme vissute in passato ed è originaria dell’estremo oriente.

In Cina ed in Giappone infatti era coltivata da tempi antichissimi e questo l’ha salvata dall’estinzione. Tuttora in quelle regioni è considerato un albero sacro. Il termine specifico “biloba” gli fu dato da Carlo Linneo ed è riferito ai due lobi della foglia.

Può raggiungere oltre 30 m d’altezza ed ormai è diffuso in tutto il mondo come pianta ornamentale, grazie anche alla sua resistenza al freddo e alla siccità.

Dal punto di vista evolutivo, è considerato un “fossile vivente” perché ha caratteristiche simili a quelle delle felci arboree vissute nelle ere geologiche passate dove formavano intere foreste.

fru-ginkgoLa loro principale caratteristica estetica è rappresentata dalle foglie: hanno forma a ventaglio con nervature disposte allo stesso modo. In autunno le foglie assumono una colorazione gialla abbastanza evidente.

Nei giardini e nei parchi sono spesso piantati gli individui maschili, perché quelli femminili portano dei frutti ovali carnosi (con il seme interno) e quando cadono al suolo sviluppano un cattivo odore persistente.

Il legno è di facile lavorazione e serve per realizzare piccoli utensili o giocattoli.

  1. Nessun commento ancora...
  1. Nessun trackback ancora...
Codice di sicurezza: