Acer campestre

acero campestreL’ACERO   CAMPESTRE  (ACER  CAMPESTRE)

Fam. Aceracee

Nelle nostre zone ci sono molte specie d’acero, spontanee o coltivate, ma quello più frequente è l’acero campestre.

E’ un albero che in genere non supera i 15 m d’altezza e, anzi, spesso ha portamento arbustivo.  Ha il tronco a volte contorto e molto ramificato. La corteccia in genere ha molte screpolature e nei rami più giovani presenta dei rilievi longitudinali (creste) di natura sugherosa.

Le foglie hanno la forma della lamina palmata con il margine suddiviso in tre – cinque lobi. In autunno assumono una colorazione che va dal giallo al rosso.

I frutti sono samare con espansioni  alari, in tal modo i semi possono disperdersi anche a grandi distanze dalla pianta madre sfruttando il vento.

Mentre i due semi attaccati cadono, le ali ruotano velocemente come le pale di un elicottero.

Il legno è stato usato per la costruzione di violini: il primo ad utilizzarlo per questo scopo fu Antonio Stradivari. Per la sua resistenza veniva impiegato anche nella costruzione di attrezzi agricoli.

Alcune specie di aceri sono molto utilizzate a scopo ornamentale. Le alberate di alcuni corsi di Torino sono formate da acero montano, acero riccio, acero campestre.

Alcune specie d’acero del continente americano hanno la linfa ricca di zucchero, perciò in alcune regioni viene estratto il liquido zuccherino mediante incisioni sul tronco.

Lo sciroppo che se ne ricava, alcune decine di litri all’anno, a seconda delle dimensioni dell’albero, viene usato come zucchero liquido.

Per la sua importanza e bellezza, sulla bandiera del Canada c’è una grande foglia di acero da zucchero.

  1. 23 Agosto 2011 a 21:47 | #1

    You ralely saved my skin with this information. Thanks!

  1. Nessun trackback ancora...
Codice di sicurezza: