Home > Argomenti vari > Le leggi di Keplero de “I supplenti italiani”

Le leggi di Keplero de “I supplenti italiani”

      In un bel video, gradevole nelle parti musicali e nel testo, la Boy Band “I supplenti italiani” descrive le tre leggi di Keplero.

     Giovanni Keplero (1571-1630), astronomo tedesco, come Galileo fu un forte sostenitore della Teoria Copernicana che poneva il Sole al centro dell’Universo allora conosciuto, in contrapposizione della Teoria geocentrica Tolemaica. Ma Keplero è una pietra miliare nella storia dell’Astronomia e della Scienza per le tre leggi che regolano il moto dei pianeti attorno al Sole. Leggi che ricavò dalle sue osservazioni e soprattutto dai dati raccolti dal suo maestro, l’astronomo danese Tycho Brahe (1546-1601).

      La I legge, formulata nel 1609 (anno in cui Galileo puntò per la prima volta il suo “cannone occhiale” verso il cielo), afferma che i pianeti percorrono intorno al Sole orbite ellittiche di cui il Sole occupa uno dei due fuochi.

     La II legge, formulata anch’essa nel 1609, afferma che le aree descritte dal raggio vettore (tra Sole e pianeta) sono proporzionali al tempo impiegato a descriverle.

     La III legge, del 1619, afferma che il quadrato del periodo di rivoluzione di un pianeta è proporzionale al cubo del semiasse maggiore dell’orbita.

     Complicato? Prova dal tuo libro di Scienze (medie o superiori) e il video de “I supplenti italiani” . Anche il video ricavato da Toni Canz da “La nascita del metodo scientifico” del Prof. Enrico Bellone è chiaro e istruttivo.

Crediti ellipse: usr-lazio.artov.rm.cnr.it .

  1. Nessun commento ancora...
  1. Nessun trackback ancora...
Codice di sicurezza: