Archivio

Archivio Ottobre 2008

I colori delle foglie

 

Secondo alcuni studiosi, i mutamenti climatici influenzano anche i cambiamenti nel colore delle foglie. Secondo altri non esistono certezze neanche su "cosa" determini il cambiamento di colore. Ci sono botanici che, negli USA, con webcam fisse collocate sugli alberi controllano il cambiamento di colore delle foglie nei mesi autunnali. Sembra accertato che le temperature più alte ritardino di alcuni giorni la caduta delle foglie e in generale le condizioni meteorologiche la influenzano. Periodi di siccità possono determinare un precoce ingiallimento e la successiva colorazione marrone e caduta.

Prosegui la lettura…

IL METODO SCIENTIFICO

 

Formulato per la prima volta con chiarezza da Galileo Galilei (1564-1642), è fondato sull’esperimento, perciò viene detto anche metodo sperimentale. Dopo Galilei, è diventato la base delle scienze sperimentali (per esempio fisica, chimica, biologia, astronomia, geologia), che hanno permesso di raggiungere l’attuale grado di conoscenza della natura. Il metodo sperimentale si basa sull’esperienza e sull’osservazione più che su qualsiasi discorso, ma tutto ciò non è sufficiente. È necessario, come diceva Galilei, interrogare la natura con un esperimento appositamente progettato e realizzato. Per fare questo, occorre costruire dei dispositivi tecnici, fare uso di strumenti che potenzino i propri sensi (cannocchiali, microscopi, strumenti di misura, ecc.), in modo che la risposta sia chiara e precisa. A tal fine, i dati dell’osservazione (distanze, tempi, temperature, ecc.) devono essere tradotti in numeri, cioè devono essere misurati. Solo così sarà possibile capire la realtà. In ogni caso, occorre essere disposti a rivedere le proprie teorie quando queste si dimostrano inadeguate.

Prosegui la lettura…